Sonia Scaccabarozzi – Poesie materiche

Nasce e vive in Brianza. Diplomatasi all’Istituto d’Arte di Monza, sotto la guida di AG Fronzoni sviluppa i propri canoni estetici. Terminati gli studi, lavora nel reparto grafico della casa editrice Electa. Contestualmente e in piena autonomia si avvicina alla scultura: la scoperta della terza dimensione è per lei una vera e propria rivelazione. Comincia a manipolare la ceramica, materiale che le permette di spaziare dal gioiello agli oggetti fino ad opere di grandi dimensioni. La sperimentazione continua con materiali diversi la porta ad utilizzare ferro e legno che attualmente sente più congeniali per dare forma ai suoi pensieri. Questi due  materiali pesanti, duri e maschili, sono trasfigurati dal suo intervento artistico fino ad assorbire, e trasmettere, un afflato di dolcezza tutta femminile. Le sue opere in ferro posseggono una leggerezza tale da far  dimenticare il materiale di cui sono fatte,  rendendole delle vere e proprie “poesie materiche“. Le potenzialità espressive dei materiali vengono condotte ad una sintesi lirica generata da combinazioni ed assemblaggi inattesi, sequenze di moduli, giochi di sovrapposizioni, ripetizioni differenti che generano cortocircuiti concettuali-formali incentrati sulla improvvisa mutazione delle convenzioni visive, oltre il senso comune delle cose. E’ un cambio di prospettiva generata dalla sua visione: voli pindarici del pensiero, libere associazioni di idee, giochi di fantasia creano i contenuti per contenitori  che vanno ben oltre il loro aspetto formale. Liberate dal peso della gravità e dal dovere della funzione, le sculture di Sonia Scaccabarozzi lanciano messaggi poetici in cui si fondono bellezza formale e sensibilità artistica. Di lei il critico Vittorio Raschetti ha scritto: “ Le sue opere rivelano una sorta di virtù terapeutica: stimolano il pensiero positivo e l’abbandono di atteggiamenti di chiusura e difesa psicologica. Innescano una salutare, istintiva, apertura alla relazione negli osservatori, inducendo serenità emozionale  e purezza ideale, perfetta per fare dell’arte un buon uso sociale e una attitudine morale”. 

 

 

 

 

 

 

 

 

Freedom

 



Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy maggiori informazioni | chiudi