mostra – Sense and Sensibility

Prende spunto dal celebre romanzo di Jane Austen, la mostra che avremmo voluto inaugurare  lo scorso  8 marzo in ARCgallery ma, come è risaputo, l’emergenza sanitaria ce lo ha impedito. Poiché l’arte non si ferma, la mostra è stata visibile  solo on line per  una visita virtuale ma da sabato 30 maggio sarà visitabile in galleria fino a fine  luglio.

Tre le artiste che espongono  Nadiaanna Crosignani, Ada Nori e Gabriella Santuari  e che fanno dell’universo femminile il fulcro della loro ricerca artistica, ognuna con la propria poetica, linguaggio e tecnica.

Ada Nori racconta storie sulla tela in punta di pennello. Le sue donne – ragazze di tutte le età, o forse senza età, sono ritratte in frangenti di vicende personali, in un momento del loro percorso esistenziale. Le spatolate di colore sembrano appoggiarsi in modo libero e non preciso sulla tela, eppure riescono a disegnare precisamente il soggetto e la situazione, cogliendo l’attimo come in un’istantanea.

www.adanori.it

Ada Nori – Via dal caos
70 x 90 cm

Geometrie imperfette tecnica mista 100×70 cm

 

Ada Nori – Attenta al lupo 90 x 90cm

 

Gabriella Santuari fa dello sguardo femminile il punto focale di ogni sua opera. La donna è il suo soggetto preferito, spesso ritratto in primo piano. Le sue donne parlano con gli occhi: a volte lo sguardo è negato perché nascosto, altre volte è aperto e deciso a catturare maliziosamente lo sguardo dell’osservatore. La tecnica usata è un mix tra di tecnica fotografica digitale e tecnica pittorica con colori acrilici su tele spesso di grandi dimensioni e forte impatto immediato con l’osservatore.

www.gabriellasantuari.com

 

Nadiaanna Crosignani presenta ritratti di donne in primo piano e in grande formato  realizzati con un tratto deciso per una figurazione stilizzata che affonda in campiture contrastanti di colore. Sono donne che parlano con il corpo, il viso è solo abbozzato, senza tratti morfologici di occhi e bocca, eppure riescono a comunicare ed emozionare. www.nacweb.it