Giovanni Ronzoni – Poesie visive

Gli artisti sono come cristalli, hanno numerose sfaccettature, ciascuna delle quali rappresenta un aspetto della loro personalità” . Nessun’altra frase come questa della geniale gallerista Christian Stein (alias Margherita Stein) potrebbe meglio definire la poliedrica personalità di Giovanni Ronzoni. Qualsiasi classificazione risulterebbe limitata e superficiale: architetto di professione, artista per passione, poeta per vocazione, uomo generoso di natura, Giovanni Ronzoni utilizza i vari linguaggi espressivi – architettura, pittura, scultura, poesia e videoarte – e li piega al suo genio creativo per portare avanti una ricerca artistica in cui tutti questi linguaggi si sintetizzano per dare forma e voce al suo pensiero. In questi ultimi lavori il supporto cartaceo è contenuto e contenitore, soggetto e oggetto, superficie piana alla ricerca della terza dimensione attraverso piegature,  squarci e interventi di colore con inaspettati esiti. Anche i suoi componimenti poetici e i libri d’artista, per i quali ha vinto numerosi premi, sono realizzati come poesie visive dove la forma è tutt’uno con il  contenuto, dove la grafica si sposa con la poesia enfatizzandola e rendendola fruibile anche visivamente .