Giovanni Ronzoni – Menhir contemporanei

Sono menhir contemporanei le sculture di Giovanni Ronzoni. Ma a differenza dei menhir neolitici ben piantati con tutto il loro peso nel terreno, queste possiedono una leggerezza e una sinuosità che dalla terra le innalza verso il cielo. Dalla terra prendono elementi naturali come il legno, il metallo, la pietra ma anche materiali poveri come il gesso per racconti materici che, a seguito dell’intervento artistico, sprigionano un’intrinseca forza ed eleganza. Nelle forme slanciate e aerodinamiche si indovina la formazione da architetto di Giovanni Ronzoni, ma le sue sculture vanno oltre l’aspetto formale perchè vibrano di una forte carica vitale e di un significato simbolico che rimanda all’esistenza umana. Titoli evocativi quali Mannequin, Femme au soleil, Vers le Paradis, Maternità, Abbracciami interpretano l’ ideale femminile dell’artista, mentre sculture più possenti, quali Gran Capo Tribù, Madre Terra, Adolescente d’ Africa, Capo Tribù animano il suo universo maschile. Numerosi i suoi interventi in opere pubbliche e di arredo urbano, dove l’elemento formale non è disgiunto dal contenuto artistico.  Vincitore di diversi premi letterari, Giovanni Ronzoni racchiude in pochi ma ben precisi temi la sua poetica artistica: vita/morte, nascita/rinascita, passione/emozione. Temi che trovano nella materia delle sculture il medium a cui affidare lo stesso messaggio che nelle poesie è affidato alla parola.

 

 

4 Amici

Femme au soleil

Mannequin

Maternità

 

Vers le Paradis