Gennaro Mele, Attimi atemporali

E’ una pittura ragionata, quasi filosofica quella di Gennaro Mele che riflette il mondo filtrato dalla sua introspezione. Le colate di colore diventano forme precise e accostate, definite da una linea nera, un elemento estraneo ma essenziale a ‘mettere insieme’ percezione e pensiero. Le forme di colore collegate dalla linea, dunque, ma anche dalla loro ripetizione nell’opera, tendono a favorire nella mente dello spettatore una sensazione di equilibrio e misura. Non c’è movimento, ma immediatezza dell’idea: la singola forma di colore non significa nulla, ma collegata alle altre costituisce la rappresentazione. Così come il singolo individuo è persona attraverso la relazione con l’altro, così il singolo colore è significante in relazione agli altri. Il messaggio sottinteso è chiaro: una visione del mondo basato sull’equilibrio e sul rispetto tra gli uomini in totale contrapposizione all’idea attualmente predominante di prevaricazione e annullamento dell’altro. Altresì una proposta artistica che recuperi l’aspirazione all’universale e rompa con le tendenze contemporanee che hanno estromesso memoria, simboli e narrativa. Intesi come elementi istantanei della ricerca pittorica sull’atemporalismo.

Anima 80×90

 



Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy maggiori informazioni | chiudi