Gabriella Santuari- Selfie d’autore

Se il mondo femminile è il tema centrale della ricerca artistica di Gabriella Santuari, è lo sguardo femminile il nucleo del suo lavoro. Mai come qui ed ora gli occhi sono specchio dell’anima, rivelatori di turbamenti e travagli interiori. Da artista donna guarda il mondo di oggi e lo traspone nelle donne che ritrae nei cui sguardi passa una gamma infinita di emozioni e stati d’animo, dalla tristezza alla felicità, dalla dolcezza alla rassegnazione, dalla debolezza alla forza. Sono donne che rivelano una fatale transitorietà dell’esistenza, mostrandosi senza remore a volte vinte, a volte vincitrici. Non sono donne che sfidano con lo sguardo chi le osserva, si propongono senza ammiccamenti maliziosi, naturalmente per come sono e come tali vogliono farsi accettare. La rappresentazione dei volti femminili è realizzata con una tecnica particolare messa a punto dall’autrice dopo anni di sperimentazioni e ricerche che mixa sapientemente fotografia e pittura. Gabriella Santuari ritrae le sue donne in primo piano su tele di grandi dimensioni con un effetto di forte impatto dando origine ad una forma particolare di figurativo contemporaneo, quasi un “selfie”  scattato però dall’artista. L’artista vive e lavora Padova ed ha al suo attivo numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero, oltre ad essere stata ospitata in mostre collaterali durante due edizioni della Biennale di Venezia (2007 e 2013) con opere site-specific.