Beatrice Speranza – Fotografie ricamate

Toscana d.o.c., nasce e vive a Lucca e si laurea in Architettura a Firenze. Gli studi condotti accrescono la sua passione per l’immagine e la composizione che, uniti alla sua peculiare sensibilità emotiva ed estetica, trovano nella fotografia il punto di sintesi e il medium ideale d’espressione. Senza tralasciare altre forme di comunicazione come la grafica, il design e la land art che danno origine a diverse sperimentazioni tecniche e collaborazioni con altri artisti. Un percorso articolato e trasversale che parte da una forte padronanza del mezzo tecnico per approdare a diversi livelli di espressione e campi di ricerca che vanno dal racconto fotografico di storiche librerie alle portinerie, mondi che guardiamo di sfuggita e che stanno subendo cambiamenti a volte drastici. Negli ultimi lavori della serie “Presenze” la fotografia trova un originale compagno con cui accoppiarsi: un filo di lana che tesse un ideale racconto con gli elementi fotografati. Nascono così le sue raffinate ed inedite fotografie ricamate. Lavora in bianco e nero e tesse le sue trame con fili di lana colorati che irrompono come presenze materiche inaspettate e irreali nel racconto fotografico. Predilige il piccolo formato incorniciato in piccoli box che racchiudono un mondo, il suo e quello dei personaggi fotografati. Ma anche i paesaggi non sono semplicemente sfondi naturali poichè diventano quinte per raccontare una storia di luoghi e di persone. E anche laddove non c’è presenza umana, la si percepisce nell’interazione con il luogo.